PRESENTATO QUESTA MATTINA A RAGUSA IL VADEMECUM ISPEZIONI FIPE. GLI ESPERTI ROMANI NE HANNO ILLUSTRATO I CONTENUTI

117

Presentato questa mattina a Ragusa il Vademecum ispezioni Fipe
per gli operatori dei pubblici esercizi. C’erano gli esperti da Roma

La Federazione italiana pubblici esercizi ha realizzato il nuovo Vademecum ispezioni, una guida su tutto ciò che un pubblico esercizio deve sapere in merito alle ispezioni sul lavoro, salute e sicurezza e igienico sanitarie. Nel corso degli anni, la normativa di riferimento dei Pubblici esercizi è divenuta sempre più ampia e complessa. L’obiettivo perseguito dal legislatore è quello di assicurare un’informazione corretta, completa e aggiornata al consumatore, permettendo, anche a chi ha delle particolari esigenze, di poter godere di un pasto fuori casa in piena tranquillità. Questa legittima esigenza si scontra spesso con un quadro normativo non semplice da interpretare, disciplinato da fonti normative europee ma anche nazionali e regionali, che, talvolta, ne rendono difficoltosa la comprensione e di conseguenza una corretta applicazione. Un set complesso di regole, che non di rado genera episodi di conflittualità fra chi viene controllato e chi è preposto ai controlli.
“Per questo – sottolinea il presidente provinciale Fipe Ragusa, Maurizio Tasca – il nostro sindacato ha inteso realizzare questo breve manuale, cercando di riportare in modo chiaro le principali norme in materia di ispezioni igienico sanitarie nonché di ispezioni e sicurezza sul lavoro, soffermandoci sia sui doveri ma anche sui diritti dei controllati”. Il vademecum è stato presentato questa mattina a Ragusa nella sede di Confcommercio alla presenza degli esperti romani: Silvio Moretti, direttore Area relazioni sindacali, previdenziali e formazione Fipe; Francesco Rebuffat, area legale, legislativa e tributaria Fipe. A fare gli onori di casa il presidente provinciale Confcommercio Ragusa, Gianluca Manenti. C’erano anche Giovanni Vindigni, direttore del Centro per l’impiego di Ragusa, Vito Perremuto, responsabile ufficio sanitario dell’Asp e Mario Galfo, responsabile ufficio veterinario, sempre dell’azienda sanitaria provinciale. Per facilitare la comprensione del vademecum sono stati anche realizzati, con la collaborazione della Asl di Milano, 5 video tutorial che simulano una vera ispezione in un ristorante a cui si può accedere utilizzando il codice Qr pubblicato in copertina. Il volume analizza nei dettagli le tre tipologie di ispezione specificando regole, autorità competenti, poteri ispettivi, modalità di svolgimento dei controlli, verbali, sanzioni, conciliazioni. “Si tratta – sottolinea il presidente Manenti – di uno strumento semplice, ma non semplicistico, messo a punto con l’obiettivo di accorciare le distanze tra imprese e pubblica amministrazione”. Da segnalare anche una sezione in cui è stata elaborata una check list di autovalutazione, giusto per conoscere e tenere sotto controllo ogni aspetto. I contenuti del vademecum saranno illustrati agli associati in maniera organica.