IDEA LIBERALE: “LA CREAZIONE DI UNA PISTA DELL’ELISOCCORSO ACCANTO ALL’OSPEDALE GUZZARDI PUO’ ATTENDERE, ADESSO E’ PIU’ URGENTE FARE IN MODO CHE A VITTORIA RITORNI LA MEDICALIZZATA”

48

“La creazione di una pista dell’elisoccorso accanto all’ospedale Guzzardi è di certo una ipotesi molto suggestiva ma non la si può considerare più di tanto una priorità. Non certo quando si decide di accendere i riflettori su questa questione, di certo validissima, dimenticando, però, che a una città di circa 70mila abitanti come Vittoria è stata sottratta l’ambulanza medicalizzata per farla sostare a Scoglitti dove, finora, gli interventi effettuati sono stati appena un paio. Ma è mai possibile concepire una cosa del genere?”. E’ l’interrogativo che si pone Valentina Tagliarini di Idea Liberale che chiede di accendere il dibattito in città sulla problematica sanitaria di cruciale importanza per la salute della cittadinanza. “Chiedere la realizzazione dell’elisuperficie, in questa fase storica – aggiunge Tagliarini – è come sollecitare la disponibilità di una Ferrari sapendo di non potere mai mettere la benzina. Insomma, sarebbe uno spreco assolutamente inutile che, piuttosto, distoglierebbe le attenzioni da quelle che sono le necessità più impellenti per l’intero comparto. Ci chiediamo, infatti, come si possa continuare ad accettare che Vittoria abbia perso l’ambulanza con il medico a bordo e come pochissime siano state le levate di scudi in senso contrario. L’auspicio, ovviamente, è che tutto vada bene e che non ci sia bisogno di questo cruciale supporto legato all’emergenza urgenza. Ma fino a quando possiamo sperare nella cabala? Come Idea Liberale, chiediamo di avviare un dibattito sulla delicata vicenda e ci appelliamo all’assessorato regionale alla Sanità affinché possa riconsiderare questa posizione. Non abbiamo nulla, ci mancherebbe altro, nei confronti dei residenti di Scoglitti. Ma non possiamo fare a meno di considerare che lo squilibrio è fin troppo evidente. Sono necessarie altre soluzioni. E, soprattutto, è indispensabile che Vittoria si riappropri della medicalizzata”.