Ragusa, Cub Trasporti: il treno al centro del territorio

90

CUB Trasporti e Comitato pendolari in questo momento si battono per ottenere un’offerta treni ade-guata

 

Da diversi anni il sindacato di base CUB Trasporti, attivo tra i ferrovieri del ragusano, e il Comitato pendolari della linea Siracusa-Ragusa-Caltanissetta, si sono impegnati per il rilancio del trasporto su ferro in Sicilia Sud-Orientale, particolarmente danneggiato da provvedimenti sia governativi e mini-steriali che del gruppo FS, a partire dai primi anni di questo secolo.

E’ stato nostro obiettivo, di raccordo con i pendolari e con la massa degli ex pendolari espulsi dal trasporto ferroviario, ottenere il potenziamento dei treni sulla linea.
Negli ultimi tre anni, con il passaggio alla Regione delle competenze sul trasporto ferroviario, una importante interlocuzione, che ci ha visti protagonisti in prima linea, ha fatto si che il servizio viag-giatori venisse sensibilmente incrementato, col ripristino dei collegamenti Modica-Palermo sia pure con cambio a CL Xirbi, e un maggiore traffico tra Gela, Ragusa, Modica e Siracusa.
Di recente siamo intervenuti contro alcune criticità che provocavano il ritardo dei treni, ma abbiamo sempre sottolineato come la causa maggiore dei ritardi sia da addebitare alla “semplificazio-ne” di alcune stazioni, mutilate nella capacità di effettuare incroci, cosa fondamentale in una linea a semplice binario, ed è su questo versante che vanno fatti gli interventi strutturali, ripristinan-do le stazioni.
Uno dei nostri ultimi interventi è stato quello di proporre una soluzione efficiente al problema dei pendolari. La nostra proposta prevede l’arrivo a Ragusa alle ore 7,52 del treno 12822 in par-tenza da Siracusa alle ore 5,30; di far partire da Ragusa per Siracusa il treno 12799 alle ore 8,10 (arrivo alle ore 10,05) e di effettuare un nuovo treno da Modica per Gela alle ore 9,50, importante per i flussi turistici verso il castello di Donnafugata.
Tale proposta ha ricevuto il benestare da parte di Regione e Trenitalia, nel corso del Tavolo di con-fronto indetto dalla Regione a Caltanissetta lo scorso 6 marzo, presente l’assessore regionale ai tra-sporti Falcone.
In questa circostanza abbiamo sollecitato che le modiche orarie relative venissero adottate en-tro il mese di aprile, e abbiamo anche richiesto la riapertura della linea nei giorni festivi e domenicali; tale richiesta ha incontrato il parere favorevole dell’assessore e verrà presto esamina-ta.
Purtroppo sussistono ancora delle gravi difficoltà sul versante Gela-Licata, su cui, comunque, la nostra attenzione continua a mantenersi viva.
CUB Trasporti e Comitato pendolari in questo momento si battono per ottenere un’offerta treni ade-guata e per migliorare l’esistente; per poi attivare una campagna di informazione che faccia ritorna-re l’attenzione sul treno come mezzo di trasporto pubblico-ecologico-sicuro e di conseguenza attragga un numero crescente di viaggiatori. In questo senso valutiamo positivamente gli sviluppi del progetto di metropolitana di superficie riguardante la città di Ragusa, su cui ci siamo attivati sin dagli anni Novanta. Con il flusso turistico in arrivo il treno è uno dei mezzi maggiormente pre-scelti, e come tale, il territorio si deve trovare attrezzato e pronto.
Chiamiamo tutti: viaggiatori e lavoratori delle ferrovie, amministratori e operatori turistici, ad una grande rivoluzione culturale che rimetta al centro della mobilità il sistema ferroviario anche in questa zona dimenticata e bistrattata della Sicilia.