I comuni di Ragusa, Modica, Scicli, Comiso, Ispica e Pozzallo a Malta in occasione della presentazione del nuovo catamarano della Virtu Ferries

266

Malta – i comuni presenti per promuovere il territorio ibleo

I comuni di Ragusa, Modica, Scicli, Comiso, Ispica e Pozzallo a Malta in occasione della presentazione del nuovo catamarano
della Virtu Ferries, per promuovere il tempo territorio ibleo

Sabato scorso nel porto de La Valletta in occasione della presentazione del nuovo catamarano Virtu Ferries, secondo più grande al mondo, che entra in servizio attivo sulla tratta Malta – Pozzallo, sono stati centinaia i partecipanti allo stand informativo ed espositivo installato dai Comuni iblei di Ragusa, Modica, Scicli, Comiso, Ispica e Pozzallo.

“Un’importante occasione di promozione per i sei comuni – dichiara l’assessore Francesco Barone – che hanno per la prima volta portato avanti sinergicamente un progetto di squadra per veicolare la qualità del nostro territorio non solo ai tanti maltesi curiosi, ma anche a persone di diverse nazionalità sempre presenti nell’Isola dei Cavalieri ed ai prestigiosi operatori del settore turistico. L’iniziativa, che ha visto i Comuni iblei ricoprire un ruolo centrale all’interno dell’inaugurazione e dello spazio ad essa dedicato, ha permesso quindi di far conoscere e degustare alcuni prodotti d’eccellenza della nostra enogastronomia: scacce, formaggi, cannoli, vino, biscotti di mandorla, mucatoli, carote novelle, teste di turco, giuggiulena, in un’efficace collaborazione pubblico-privata”.

”Per la prima volta, inoltre – aggiunge Barone – oltre a distribuire materiale informativo di ciascun Comune, è stato consegnato il primo calendario unificato degli eventi, uno strumento utile a promuovere per tempo i principali appuntamenti culturali, sportivi, folkloristici senza sovrapposizioni e in un’unica soluzione utile alla programmazione di tour operator e turisti”.

L’iniziativa è stata curata dagli assessori Francesco Barone (Ragusa), Maria Monisteri (Modica), Caterina Riccotti (Scicli), Manuela Pepi (Comiso), Giuseppe Pluchinotta (Ispica) e Giuseppe Privitera (Pozzallo).