Aeroporti di Catania e Comiso, Cub Trasporti contro privatizzazione

54

Cub Trasporti Regionale contraria alla decisione

 

“Un ulteriore tassello della svendita delle risorse siciliane”.

Così il Cub Trasporti Regionale manifesta la propria contrarietà alla privatizzazione degli Aeroporti di Catania e, di conseguenza, Comiso. 

“La Camera di Commercio del Sud-Est artefice di questa scellerata decisione, vuole solo fare cassa per risanare il suo deficit (in particolare quello della ex-Cam Com di Catania, trasferito nella nuova Cam Com delle tre ex-province).

Secondo il Cub siciliano, ciò costituisce “un regalo alle logiche del massimo profitto, che fino a ora hanno depredato l’Isola e che, in questo caso, assoggetteranno anche l’aeroporto catanese, uno dei più attivi d’Italia per traffico”.

Per questi motivi, il Cub aderisce, con le federazioni provinciali, all’appello contro la privatizzazione degli scali, etneo e casmeneo. 

“La Sicilia ha bisogno di infrastrutture al servizio degli interessi della sua popolazione;  infrastrutture moderne, eco-compatibili, in sinergia tra loro, per rendere la mobilità dentro l’Isola e verso l’esterno, un diritto di tutti. Soprattutto infrastrutture che guardino a un futuro prossimo in cui la mobilità sarà stravolta dalle necessità ambientali, pertanto fortemente pubbliche, ecologiche, sganciate da interessi economici da parte di soggetti, sia privati che pubblici, volti a sacrificarne il ruolo sociale”.

(ztl)