Reddito di cittadinanza: nei Centri per l’impiego siciliani servono circa 400 laureati

221
reddito di cittadinanza - sicilia

In Sicilia iter ancora più accidentato del previsto per il Reddito di cittadinanza

 

Il Reddito di cittadinanza svela un gap importante ai Centri per l’impiego siciliani. Negli enti, già in sofferenza per fare fronte all’ordinaria gestione, per gestire la misura servirebbero almeno 385 persone con qualifica elevata.

Le difficoltà sono state scritte dalla Regione Sicilia in una delibera che la giunta ha approvato un paio di giorni fa. Sebbene nei Centri per l’impiego siciliani lavorino già ben 1.777 persone, mancano però laureati e figure di qualifica elevata. In pratica, le figure che dovrebbero svolgere proprio quelle funzioni che in gran parte coincidono con quelle che verranno svolte dai Centri per l’impiego, cioè gli orientatori, ognuno dei quali costerebbe 61.740 euro lordi all’anno, sono assenti.