Ragusa, la giovanissima band ragusana “Blackout” premiata oggi al Comune

210
blackout - ragusa

Ragusa 11 gennaio

 

Un’atmosfera di festa grande quella registrata oggi in sala giunta in occasione della cerimonia organizzata dall’Amministrazione comunale per premiare la band ragusana dei “Blackout” formata da cinque teenager ragusani, autentici musicisti prodigio che sono riusciti a conquistare una certa popolarità nel modo dello spettacolo partecipando a diversi show nazionali.

Il gruppo, nato sotto la giuda del maestro Peppe Arezzo, formato da Giuseppe Girlando, 13 anni (chitarra basso), Marco Cannata, 10 anni ( tastiera) , Francesco Rosa, 12 anni (batteria), Sergio Cannata, 14 anni (chitarra ), Damiano Di Mauro, 12 anni (chitarra e voce), è stato infatti ricevuto a Palazzo di Città dall’assessore allo spettacolo Francesco Barone, presenti i consiglieri comunali Sergio Schininà e Daniele Vitale.

Al cordiale incontro oltre ai genitori dei componenti la giovanissima band è intervenuto anche il vice presidente dell’Ente Nazionale Sordomuti di Ragusa, Francesco Arrabito.

Quest’ultimo con la sua presenza ha voluto mostrare la gratitudine dell’associazione nei confronti dei giovani musicisti iblei che si sono esibiti in più occasioni per gli iscritti all’ENS di Ragusa facendo apprezzare le loro performance canore attraverso il linguaggio dei segni. Anche questo encomiabile gesto che mostra la grande sensibilità della band oltre all’indiscutibile bravura e simpatia della stessa, ha spinto l’Amministrazione ad invitare i ragazzi al Comune per essere premiati.

A dichiararlo è stato l’assessore Francesco Barone che si è complimentato con i “Blackout” recentemente alla ribalta della cronaca nazionale per essere stati ospiti di una trasmissione televisiva di Rai Uno condotta da Marco Liorni.

“Siamo contenti di avervi oggi al Comune – ha detto l’Amministratore; vi preannuncio anche che per la prossima edizione della “Notte Bianca” che il Comune organizzerà, sarete invitati ad esibirvi al cospetto del pubblico della nostra città”.

L’assessore Barone ha quindi premiato i giovani musicisti consegnando un bassorilievo che riproduce lo stemma del Comune di Ragusa, una cui copia è stata anche donata al rappresentante dell’ENS di Ragusa, Francesco Arrabito.