Dopo una fuga di 38 anni, Cesare Battisti è stato riportato in Italia

37
cesare battisti - roma - italia

Cesare Battisti è atterrato poco fa all’aeroporto di Ciampino, Roma

 

Testa alta, pizzetto, giubbotto marrone, senza manette ai polsi: Cesare Battisti è sceso dall’aereo che lo ha riportato in Italia.

A circondarlo un gruppo di poliziotti. Il  Falcon 900 del Governo italiano era decollato da Santa Cruz in Bolivia, Paese dove è stato arrestato l’uomo dopo una fuga dall’Italia durata 38 anni.

Sarà trasferito nel carcere di Rebibbia e collocato nel circuito di alta sicurezza riservato ai terroristi. Ma non potendo in questa fase condividere l’ambiente detentivo con altri soggetti, ci sarà per lui una sistemazione ad hoc. Inoltre dovendo scontare la pena dell’ergastolo, sarà sottoposto per 6 mesi ad isolamento diurno.

Alle ore 14 ci sarà la conferenza stampa a Palazzo Chigi con il presidente del Consiglio Giuseppe Conte, il vicepremier Matteo Salvini e il ministro della Giustizia Alfonso Bonafede su Cesare Battisti.

Battisti rientra nei casi dell’ergastolo ostativo, ossia senza la possibilità di ottenere benefici nell’esecuzione della pena, almeno se le condizioni non mutano.