Commissione Sviluppo Economico e occasioni perdute, il consigliere Gurrieri: bisogna considerare le proposte dell’opposizione

140
sviluppo economico - gurrieri - ragusa

Ragusa – lavori della Commissione Sviluppo Economico

 

“Il presidente della commissione Sviluppo economico del Comune di Ragusa dovrebbe tenere in maggiore considerazione i suggerimenti e le riflessioni che provengono dall’opposizione. Anche perché si tratta di proposte che arrivano da una ben specifica espressione della città con cui occorre confrontarsi”.

A dirlo è il consigliere comunale M5s, Giovanni Gurrieri, che ha partecipato, ieri mattina, in qualità di componente, ai lavori della commissione in questione.

“Anche perché – afferma Gurrieri – c’è l’opportunità di esaminare con la dovuta attenzione strumenti che possono fornire spunti interessanti per la crescita dell’economia locale”.

Gurrieri sottolinea, intanto, che M5s ha espresso la propria delusione per i contenuti del nuovo statuto del Corfilac di Ragusa.

“Ci saremmo attesi – continua – una rivisitazione più complessiva di alcune parti e, invece, al di là dell’ampliamento delle pertinenze, riguardanti la filiera, di cui l’ente per la ricerca della filiera lattiero casearia sarà chiamato a occuparsi, c’è l’impressione di un deja vu che non fa altro che incrementare i posti di sottogoverno visto che da una le nomine del Comune passeranno a due. Insomma, ci è apparso come un esercizio in stile gattopardiano, nel senso di cambiare tutto per fare rimanere tutto com’è. Quando, invece, si sarebbe potuta cogliere questa occasione per far sì che fare recitare all’ente di palazzo dell’Aquila un ruolo propulsivo e propositivo. Un’occasione persa, tra l’altro, perché la rivisitazione arriva in situazione di emergenza quando, invece, l’insediamento della Giunta si è consumato ormai da circa sei mesi e c’era tutto il tempo per fare le cose con calma. Se non si rispettassero le scadenze, si rischierebbe di superare la data del 31 dicembre, circostanza che potrebbe compromettere il futuro occupazionale del personale dipendente del Corfilac, responsabilità che, nessuno, giocoforza, si sentirebbe di prendersi sul piano politico”.

“Ecco perché – continua Gurrieri – come M5s, assieme ad altri esponenti dell’opposizione, abbiamo deciso di astenerci. Attendiamo, in ogni caso, l’esito della discussione in aula nella seduta del Consiglio comunale fissata per giovedì 29 novembre”. E’ stato poi preso atto, durante i lavori della commissione, degli interventi che il nuovo consulente per le Politiche giovanili, Simone Digrandi, intende concretizzare per il Comune di Ragusa. “Abbiamo ritenuto opportuno – continua Gurrieri – avviare anche in questo caso un confronto che auspichiamo possa essere il più schietto e proficuo possibile, fermo restando che abbiamo lanciato una proposta per far sì che l’ambito delle politiche giovanili possa essere inteso pure come una interazione fattiva e concreta con il Suap al fine di creare le condizioni che consentano ai giovani di effettuare delle scelte precise per investire sul nostro territorio e consentire agli stessi di accedere a vere e proprie opportunità di credito. Ecco, riteniamo che una buona parte dell’attività del consulente delle Politiche giovanili del Comune debba essere orientata verso questa direzione”.