Basket, seconda sconfitta per la Passalacqua Ragusa

50
basket - passalacqua - ragusa

Domenica prossima seconda trasferta consecutiva in quel di Broni

 

Seconda sconfitta consecutiva per la Passalacqua Ragusa, che dopo Venezia in casa ha lasciato i due punti al PalaRomare di Schio nella terza giornata di campionato. La formazione di coach Recupido ha tenuto bene il campo nei primi due quarti, quando è riuscita a difendere bene sulle Orange, poi le padrone di casa hanno fatto il break nella seconda parte di gara, che le Gianolla e compagne non sono riuscite più a colmare. 75-64 il punteggio finale dell’incontro che ha visto in doppia cifra Cinili, Harmon e Hamby, ma nel quale a pesare è stata soprattutto la differenza a rimbalzo e le palle perse.

“Partita nella quale nei primi due quarti a tratti avevano retto bene – commenta coach Recupido – soprattutto con una buona difesa, anche se spesso avevamo avuto qualche difficoltà in attacco; nel terzo quarto è andata alla stessa maniera ma nel momento in cui abbiamo avuto difficoltà in attacco abbiamo fatto qualche errore di troppo in difesa e lì hanno preso vantaggio. Poi è stata dura, ma io continuo a dire che noi ancora non siamo squadra, non ci conosciamo bene, e abbiamo bisogno di tempo. E sicuramente avere incontrato nella seconda e nella terza giornata di campionato Venezia e Schio non ci ha favorito, perché non sono sicuramente queste le partite per conoscersi e prendere fiducia e stabilire le gerarchie della squadra. Però la qualità della giocatrici non è in discussione. C’è da dire che abbiamo anche deciso di forzare tanto il lavoro di preparazione e quindi le ragazze sono parecchio sovraccaricate rispetto alle scelte che hanno magari fatto altre società per farsi trovare pronte all’Europa. Ovviamente c’è da lavorare parecchio e cambiare qualcosa nel nostro atteggiamento, il problema è che mi sembra che la squadra sia giù di morale anche per le aspettative che ci sono su di noi. Questo demoralizza e non aiuta, però, ripeto, dobbiamo lavorare e abbiamo bisogno di tempo”.