L’Asd Ragusa Calcio 1949 batte il New Modica e accede agli ottavi di finale di Coppa Italia

44
asd ragusa calcio 1949 - real modica - coppa italia

Raciti: “Ma ora pensiamo al Megara, sabato un’altra gara molto impegnativa”

 

“Ci tenevamo a fare una buona gara e a portare a casa un risultato positivo, a maggior ragione dopo la sconfitta di domenica scorsa sul campo del Real Sr Belvedere. E stavolta siamo riusciti a fare prevalere la nostra forza”.

Così l’allenatore dell’Asd Ragusa Calcio 1949, Filippo Raciti, commenta il successo ottenuto all’Aldo Campo contro il New Modica nella gara di recupero, giocata a porte chiusa, valida per il ritorno dei sedicesimi di Coppa Italia.

“Diciamo che tutto sommato abbiamo fatto una buona partita – afferma il tecnico – forse un po’ più compassati nel primo tempo, timorosi di uscire fuori, anche perché, alla luce del 2-2 dell’andata, erano gli avversari che dovevano fare il match. Poi, abbiamo alzato i ritmi nella ripresa e, con le reti di Butera e Passewe, abbiamo sistemato il risultato, vincendo appunto con il punteggio di 2-0. Sempre nella ripresa abbiamo sprecato anche un altro paio di occasioni limpide. Se il risultato fosse stato più rotondo, nessuno avrebbe avuto da recriminare. Abbiamo, insomma, disputato un secondo tempo di buona levatura così come era già successo domenica scorsa con il Belvedere con l’unica differenza che sul campo aretuseo non eravamo stati in grado di ristabilire la parità. Ma non ci pensiamo più visto che siamo già proiettati alla prossima gara di campionato”.

Gli azzurri, infatti, sabato ospiteranno allo stadio di contrada Selvaggio il Megara Augusta, un’altra squadra del gruppo di testa nel girone D del campionato di Promozione, con elementi di categoria, che sembra stia uscendo fuori alla distanza.

“Sì, è vero – afferma Raciti – è un gruppo molto coeso e lo testimoniano i risultati ottenuti. Ma noi non possiamo stare a guardare. Anzi, dovremo dimostrare tutta la nostra forza sino in fondo. Anche perché il jolly ce lo siamo giocati in occasione della battuta d’arresto di Siracusa e quindi non potremo più commettere errori. Abbiamo appurato che nessuno è disposto a rallentare la propria corsa nelle zone di testa che, come ho già detto in altre occasioni, risultano essere molto livellate. Questo significa che ci dovremo fare trovare pronti in ogni occasione”.

Il Ragusa 1949 farà allenare il proprio gruppo giovedì e venerdì pomeriggio mentre sabato alle 15,30 è in programma la partita valida per l’ottava giornata di andata.