Sfruttamento del lavoro: tre giorni di incontri a Catania, Ragusa e Siracusa

223
sfruttamento del lavoro - sicilia - ragusa - catania - siracusa

In Sicilia gli immigrati addetti all’agricoltura registrati negli elenchi anagrafici sono il 15,2% della forza lavoro, in prevalenza rumeni (9 mila) e tunisini (5 mila)

 

Un viaggio nei luoghi dello sfruttamento del lavoro bracciantile in Sicilia, di cui sono vittime gli immigrati: iniziativa della Flai Cgil Sicilia nell’ambito della campagna #dallastessaparte, che si terrà il 24, 25 e 26 luglio nelle province di Ragusa, Catania e Siracusa e che vedrà la partecipazione del segretario confederale Cgil, Maurizio Landini.

Il programma prevede oggi incontri di mattino in contrada Serra Maniace e alle 18 a Cassibile con un dibattito in piazza “La Flai Cgil in campo. Immigrazione, integrazione e legalità in agricoltura”.

Domani l’iniziativa si sposta a Pachino, Biancavilla e a Rosolini dove alle 20 è in programma il dibattito su immigrazione, integrazione e legalità in agricoltura con la partecipazione di Landini, Mannino e del segretario generale della Cgil Sicilia, Michele Pagliaro.
Il 26 saranno effettuati volantinaggi nelle campagne di Vittoria e Rosolini, dove alle 8 è anche prevista un’assemblea presso la ditta Lorenzin; alle 10 a Scoglitti si terrà l’assemblea delle operaie e operai agricoli con la presenza di Maurizio Landini, Alfio Mannino, Bilongo e di Michele Pagliaro, che parteciperanno a tutte le iniziative della giornata; alle 18 dibattito a Pachino.