Sanremo 2018: la conferenza stampa

176
Italian singer and Sanremo Festival artistic director Claudio Baglioni (L), Swiss-Italian TV showgirl Michelle Hunziker (C) and Italian actor Pierfrancesco Favino (R) pose before the press conference to present the 68th Sanremo Italian Song Festival in Sanremo, Italy, 05 February 2018. The festival will run from 06 to 10 February. ANSA/CLAUDIO ONORATI

Alla viglia del Festival Claudio Baglioni presenta tutte le novità

 

“Una delle linee guida di questo Festival sarà trovare il modo di omaggiare la bellezza che tanti ci hanno lasciato nella musica”, ha annunciato Claudio Baglioni durante la prima conferenza stampa di presentazione del Festival di Sanremo.

Continua: “Cominceremo con Luis Bacalov: con Gianni Morandi faremo un’interpretazione con l’ultimo arrangiamento scritto dal maestro e diretto da Jeff Westley. Il Volo farà un omaggio a Sergio EndrigoUmberto Bindi e Fabrizio De Andrè saranno ricordati con Gino Paoli e Danilo ReaPiero Pelù ricorderà Lucio Battisti. Poi ci saranno omaggi anche a Luigi Tenco e Giorgio Gaber. Questo festival oltre che un concorso, vuole essere una mostra”.

“Mercoledì verrà a trovarci uno dei miei tre maestri: Pippo Baudo, fu sua l’edizione del 68′, 50 anni fa, la sua prima”, ha aggiunto Baglioni, autodefinitosi ‘dittatore artistico’.

Venerdì inoltre sarà consegnato il Premio alla carriera della città di Sanremo a Milva.

Debutterà da conduttore sul palco dell’Ariston Pierfrancesco Favino: “Già so che lunedì prossimo avrò nostalgia di Sanremo. Farò come quelli delle crociere, ricominceranno a trattarmi male. Io vorrò fare le prove e invece mi manderanno a fare la spesa”.

Continua: “Stare su un palco fa parte della mia vita, anche se non su questo palco. E’ una cosa che dà tantissima adrenalina. Sono contento di affrontare questa sfida elettrizzante. Mi sto divertendo, spero di farlo fino alla fine. Non mi aspettavo questa atmosfera da Nazioni Unite”.

L’impegno contro la violenza sulle donne irrompe anche al festival di Sanremo: il sindaco, Alberto Biancheri, lancia l’idea di collegare ogni sera un fiore al tema, per dire “Io sono qui”, parafrasando una canzone di Claudio Baglioni, e Michelle Hunziker la raccoglie subito: prende il ranuncolo trasformato in spilla, se lo appunta sulla giacca, fa altrettanto con Pierfrancesco Favino e Claudio Baglioni e poi distribuisce le spille ai giornalisti in sala stampa.