Comiso, bando di gara per l’incremento dei flussi turistici

229
soaco - comiso - aeroporto - bando

Capofila del bando sarà il Comune di Comiso e non la società di gestione dell’aeroporto, come ipotizzato in prima battuta

 

I comuni iblei e la Soaco hanno firmato la convenzione per avviare il bando di gara per l’incremento dei flussi turistici nel territorio.

Saranno investiti quasi 9 milioni di euro per portare all’aeroporto “Pio La Torre” di Comiso nuove tratte e flussi di passeggeri più cospicui rispetto al mezzo milione di ogni anno che lo scalo comisano ha fatto registrare finora.

Il bando e quindi l’aggiudicazione della gara è fondamentale per lo sviluppo dello scalo e questo è il terzo tentativo visto che gli altri due non sono risultati appetibili per l’insufficienza dell’offerta.

Ai quasi 7 milioni di euro già stanziati si aggiungeranno ulteriori 1,7 milioni di euro stanziati dalla Regione Sicilia con l’ultima legge finanziaria regionale.

La firma era attesa da tempo ma Soaco e comuni hanno preferito ritardare per attendere la pubblicazione del nuovo decreto dell’assessore regionale al turismo della Regione Sicilia che ha assegnato ulteriori 1,7 milioni di euro per l’annualità 2020 con l’ultima legge finanziaria regionale.

Ricevuta la firma del decreto assessoriale, Soaco si è attivata per proseguire – insieme ai Sindaci dei Comuni Iblei, al Libero Consorzio Comunale di Ragusa e alla Camera di Commercio del Sud-Est – l’iter burocratico per la pubblicazione del bando di gara.