Spaccio di droga tra Casuzze e Marina di Ragusa: arrestati albanesi

303
spaccio - droga - arrestati - ragusa

Gli indagati lavoravano nelle serre di Santa Croce Camerina e la cocaina veniva indicata con il nome in codice di “pomodoro”

 

Sono scattati servizi di pedinamento, osservazione e intercettazioni telefoniche che hanno permesso di ricostruire il giro d’affari della banda formata da sei persone di origini albanesi a eccezione di un italiano, che operava tra Casuzze e Marina di Ragusa.

Come attività di copertura gli indagati lavoravano nelle serre di Santa Croce Camerina.

Uno degli albanesi aveva vissuto per anni in Inghilterra e aveva collegamenti con la Germania, tanto che uno dei carichi proveniva proprio da un connazionale che lì viveva.

Due degli indagati sono stati arrestati per detenzione ai fini di spaccio di 20 grammi di cocaina. A seguito di quell’arresto, uno veniva espulso e oggi non è tra i soggetti catturati perché si trova in Albania, mentre per Dashnor Tosky essendo rimasto in Italia sono scattate le manette.