Ragusa, nuovo look per il parco di Kamarina

218
kamarina - parco archeologico - fondi europei

Sarà ammodernato il museo con l’ampliamento delle sale espositive e l’ausilio di strumenti multimediali e realtà aumentata: sarà inaugurato il museo multisensoriale di Kamarina

 

La Soprintendenza di Ragusa ha ottenuto 4 milioni e 300 mila euro per la riqualificazione del parco archeologico di Kamarina intercettando così i fondi europei messi a disposizione per progetti di restyling e valorizzazione del patrimonio.

Dopo le analisi preliminari nel sito dell’antica colonia siracusana, è stato programmato un intervento generale per migliorarne la fruizione.

“Apriremo nuovi percorsi di visita – dice il soprintendente Calogero Rizzuto – e garantiremo i sentieri per i diversamente abili, dotando l’intera area di nuove legende ricostruttive e segnaletica. Elimineremo le coperture archeologiche danneggiate e vecchie sostituendole con opere moderne e bonificando i resti antichi. Sarà anche ammodernato il museo con l’ampliamento delle sale espositive e l’ausilio di strumenti multimediali, ricostruzioni virtuali e realtà aumentata: sarà inaugurato così il museo multisensoriale di Kamarina”.

Nel frattempo, il mare continua a portar via pezzi interi dell’area archeologica, per questo, la Soprintendenza di Ragusa lancia di nuovo l’allarme e inoltra un documento sottoscritto dagli ordini professionali.

Si evidenzia come “in mancanza di immediati interventi di consolidamento a difesa del litorale lungo il versante sud dell’area archeologica, la costante azione di erosione dei marosi e degli eventi meteorici determineranno quanto prima il crollo delle strutture delle antiche fortificazioni di Camarina risalenti ai secoli V-III a.C. che rischiano di sparire per sempre inghiottite dal mare”.