Al C.P.I.A. di Ragusa la didattica del futuro

Ragusa, avanguardia della formazione a distanza

514

Il prossimo 9 marzo, presso i locali dell’I.I.S. R. Gagliardi di Ragusa, si terrà il secondo di tre incontri di un Convegno rivolto ai docenti dei Centri Provinciali per l’Istruzione degli adulti della Sicilia orientale, diretto ed organizzato dalla dott.ssa Anna Caratozzolo, D.S. del C.P.I.A. del capoluogo ibleo, nell’ambito di una microrete, di cui Ragusa è capofila, e che include le istituzioni scolastiche di Caltanissetta, Enna, Trapani, Catania 2, Palermo 2, Siracusa e Messina. Il Progetto, dal titolo “Apprendere e interagire nei C.P.I.A.” – afferma la dott.ssa Anna Caratozzolo –  secondo quanto previsto dalle linee strategiche della Riforma e del Piano PAIDEIA, ai sensi del DM 663/2016,  rappresenta il frutto di una ricerca effettuata da anni in una rete nazionale di C.P.I.A. chiamata PAIDEIA e che ha, come importante argomento di discussione, le diverse valenze tecnologiche dell’informazione e della comunicazione nei processi formativi per la ricerca didattica della formazione a distanza (F.A.D.). La FAD si basa su tecnologie online e piattaforme e-learning grazie alle quali è possibile sviluppare interventi educativi destinati a studenti non presenti in classe, secondo linee educative e didattiche ben precise e progressive. I lavori, inaugurati lo scorso 7 febbraio, alla presenza dell’ass. all’Istruzione e ai Servizi sociali di Ragusa, prof. Gianluca Leggio, e del D.S. dell’I.I.S. R. Gagliardi – Umberto I di Ragusa, prof.ssa Nunziata Barone, daranno ai docenti e ai dirigenti partecipanti, coordinati dall’esperto prof. Antonino Barrera, la grande opportunità di incrementare le competenze professionali di insegnanti che lavorano in una scuola diversa rispetto a quella di ieri, una scuola aperta al territorio, inclusiva, in grado di rispondere alle esigenze di tutti. Le attività di sperimentazione, guidate dall’équipe organizzativa dei docenti del C.P.I.A. di Ragusa, prof. C. Guastella, A. Puma, R. Ricca, A. Torretti, M. Duri, C. Donzella, produrrà unità didattiche da sviluppare on line, con contenuti personalizzati e collettivi, come una normale lezione in classe. In seguito, i contenuti di apprendimento, documenti e materiali audiovisivi anche interattivi, saranno validati dal Dipart. di Scienze Umanistiche dell’Università di Catania e condivisi in un sito web costruito ad hoc, www.rispes.it, dove le esperienze del corso, anticiperanno un modello di formazione a distanza utile e valido per tutti i docenti. Si tratta di modalità didattiche innovative che avranno senz’altro degli sviluppi nel futuro, in quanto permetteranno agli studenti di accedere a corsi di formazione didattica e professionale. Il finale bilancio delle competenze e delle rispettive valutazioni del percorso educativo stimoleranno diverse tipologie di studenti, lavoratori, casalinghe e stranieri in Italia, a rimanere a casa, connettersi ad Internet e “ritornare a scuola”.