Piani distrettuali “Dopo di noi” per i residenti dei comuni appartenenti al Distretto Socio Sanitario n.44

226

Le domande devono essere presentate entro il 15 febbraio presso i comuni di residenza da parte delle persone disabili o dalle loro famiglie, o da chi ne garantisce la protezione giuridica

 

I residenti dei comuni appartenenti al Distretto Socio Sanitario n.44 (Ragusa, Chiaramonte Gulfi, Giarratana, Monterosso Almo, Santa Croce Camerina) potranno presentare istanza entro il prossimo 15 febbraio per usufruire delle misure d’intervento finanziate con il fondo della legge 112/2016 “Dopo di Noi”.

Tali misure d’intervento sono finalizzate a favorire il benessere, la piena inclusione sociale e l’autonomia delle persone con disabilità grave. 

Le azioni di sostegno del progetto sono indirizzate ad avviare: percorsi programmati di accompagnamento per l’uscita dal nucleo familiare, interventi di supporto alla domiciliarità in soluzioni alloggiative, anche innovative, programmi di accrescimento della consapevolezza per l’abilitazione e lo sviluppo delle competenze, favorendo l’autonomia delle persone con disabilità grave e migliorando la gestione della vita quotidiana, anche attraverso tirocini per l’inclusione sociale e, in via residuale, interventi di permanenza temporanea in una soluzione abitativa extra familiare.
Le domande devono essere presentate presso il comune di residenza da parte delle persone disabili o dalle loro famiglie o da chi ne garantisce la protezione giuridica, anche da associazioni di famiglie di persone disabili, associazioni di persone con disabilità ed enti del terzo settore.
La concessione dell’eventuale beneficio resta comunque subordinata alla valutazione multidimensionale, all’approvazione del progetto redatto dal Distretto n.44 ed al finanziamento della misura.
Per ulteriori chiarimenti i residenti del Comune di Ragusa possono recarsi presso l’ufficio comunale di Segretariato Sociale, via Mario Spadola, 56, 3° piano, dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 12, tel. 0932 676851/852.
Sul sito internet dell’ente (sezione “In evidenza” dell’homepage) è possibile scaricare l’avviso pubblico ed il modello di istanza.