Sgarbi: “La Sicilia, grande bellezza irraggiungibile”

188

La carenza infrastrutturale nell’Isola allontana per ragioni logistiche e di tempo molti turisti da alcuni dei siti più importanti e suggestivi della Sicilia

 

L’assessore alla cultura Vittorio Sgarbi, in meno di un mese, ha visitato mezza isola, fatto irruzioni notturne, ipotizzato fantastici recuperi di aree e beni da secoli abbandonati.

La Sicilia ha il record dei Siti Unesco, ma senza mettere in dubbio la bellezza delle città, monumenti e siti archeologici, l’infrastrutturazione della Sicilia procede a rilento, con opere bloccate, cantieri fermi, progetti da rivedere. Per raggiungere i vari luoghi e percorrere certe distanze, servono ore, qualche volta giorni.

Ecco perchè Sgarbi, che non scopre nulla di nuovo, ma lo ribadisce con forza e ci aggiunge il carico della sua provocazione («facciamo una copia realizzata con sofisticate tecnologie e vediamo qual è la più bella e quale mandare in giro per farla ammirare a domicilio nelle città d’arte»), dice che senza infrastrutture, senza rete dei trasporti, senza un sistema efficiente puoi avere i pezzi più unici e belli del mondo, ma faticherai a portare nei siti i turisti.