Giarratana, rimborsi abbonamenti studenti pendolari: la replica del Presidente del Consiglio

292

A proposito del problema sul mancato rimborso degli abbonamenti alle famiglie degli studenti pendolari, dopo le dichiarazioni di pochi giorni fa da parte dei consiglieri di minoranza, arriva la risposta della maggioranza

 

Ecco le parole di Giuseppe Giaquinta, Presidente del Consiglio Comunale di Giarratana:

“Come volevasi dimostrare, il gruppo di minoranza ha subito confermato quanto da me scritto qualche giorno fa, ovvero, sono bravissimi a segnalare problemi ma all’orizzonte non si intravedono soluzioni in merito. Troppo comodo e troppo semplice…al mio Paese queste si chiamano “chiacchiere”! Addirittura hanno pensato di evidenziare nel titolo dell’articolo “la denuncia dei consiglieri di minoranza”. Ma denuncia di che cosa? Prima di certe dichiarazioni avete approfondito il problema? I cittadini devono sapere che da diversi anni la Regione Siciliana non si fa più carico di queste spese e, improvvisamente, il nostro Sindaco ha dovuto trovare una soluzione per caricare l’intera spesa nelle casse comunali, arginare il problema e ridurre al limite i disagi logistici del servizio reso agli studenti.

“La soluzione attualmente adottata (le famiglie anticipano il costo dell’abbonamento e il Comune rimborsa successivamente) è l’unica al momento percorribile, evita discontinuità nel servizio e riduce al minimo gli sprechi degli abbonamenti (prima il Comune pagava i mesi per intero, adesso il Comune rimborsa i giorni effettivi di viaggio). Tanto è vero che altri Comuni hanno pensato bene di adottare lo stesso metodo anche se il rimborso non avviene al 100%”.

Continua: “I ritardi nei rimborsi alle famiglie non sono capricci del Sindaco, dell’Amministrazione oppure degli Uffici ma si tratta di un problema di cassa, di liquidità bancaria. Questo i consiglieri di minoranza dovrebbe saperlo, dovrebbero dirlo e dovrebbero spiegarlo…ma a questo punto abbiamo seri dubbi che la minoranza è a conoscenza di questi problemi oppure abbia dedicato del tempo per approfondire l’argomento prima di scrivere l’articolo. In parole povere, se non arrivano trasferimenti e se i contribuenti non versano tributi, il conto corrente dell’Ente non ha disponibilità economica.”

“Ovviamente si comprende il disagio delle famiglie che si vedono costrette ad anticipare il costo degli abbonamenti, soprattutto nel caso in cui gli studenti sono più di uno, ma è assurdo e intollerabile pensare che dietro questo grave disagio ci sia negligenza o incapacità gestionale da parte di qualcuno. Il Sindaco e l’Amministrazione sono perfettamente a conoscenza del problema e giornalmente fanno il possibile per ridurre al minimo questo disagio. Le famiglie interessate possono rivolgersi a loro oppure agli uffici per eventuali ulteriori chiarimenti.

Conclude: “Non sarà questo articolo della minoranza a risolvere il problema…non serve assolutamente a nulla. Questi giochetti sono vecchi e la gente fortunatamente lo sa benissimo. Non vuole essere una provocazione ma vi posso assicurare che la minoranza non proporrà ufficialmente nessuna soluzione valida per risolvere questo problema. Aspettiamo tutti con ansia.”