Calcio, un’altra sconfitta per l’Asd Città di Ragusa

260

Stavolta battuti in casa per mano del Giarre con il punteggio di 3-1. Il tecnico Raciti: “Chiediamo scusa ai nostri tifosi”

 

“Ci dispiace. E chiediamo scusa ai tifosi. Non era questo l’epilogo che ci aspettavamo dalla gara con il Giarre soprattutto dopo il primo tempo e dopo che, per buona parte della ripresa, eravamo riusciti a tenere. Una sconfitta pesante. Che, speriamo, possa servire perché si arrivi a cambiare qualcosa”. 

Il primo tempo si è chiuso con un punteggio di perfetta parità. Nella ripresa il Ragusa ha dovuto rinunciare all’apporto di Priola e a quella di Rimmaudo e, senza Russo, squalificato, la situazione in avanti è diventata sempre più complicata nel tentativo di scardinare la retroguardia avversaria.

“Una situazione complicata – continua Raciti – e lo diventerà ancora di più se non saranno assunti provvedimenti specifici per cercare di ripartire con il piede giusto. Ai ragazzi di più, in questa fase, non posso chiedere. Si sono battuti con l’onore delle armi finché hanno potuto. Ma poi hanno dovuto chinare il capo. Continuiamo a lasciare punti per strada come se nulla fosse. Speriamo di non dovere pagare a caro prezzo tutto ciò. Anche alla luce degli scontri diretti che ci saranno, a cominciare da quello del prossimo turno con l’Adrano. E’ un momento negativo. Ma non dobbiamo perdere la lucidità e la calma. Occorre analizzare tutto con la massima attenzione e stabilire come intervenire. Sono sicuro che Ragusa ha in sé le potenzialità per aiutare nella maniera migliore questa squadra ad uscire fuori dal tunnel in cui si trova relegata”.