Porto di Scoglitti: oltre 3 milioni di euro bloccati a Palermo

90

Ha del miracoloso il fatto che i pescatori di Scoglitti riescano ad eseguire le manovre per l’entrata e l’uscita dal porto, in quanto i fondali sono insabbiati e a volte tali manovre rischiano di essere pure pericolose.

 

Un progetto per il porto c’è, e prevede il riutilizzo del ribasso d’asta di un altro progetto più ampio finalizzato alla messa in sicurezza di tutta l’infrastruttura.

A parlare è Andrea Nicosia, presidente del Consiglio comunale di Vittoria e candidato all’Assemblea Regionale Siciliana per la lista #DiventeràBellissima del candidato Nello Musumeci.

L’ammontare di tale ribasso e di 3.300.000,00 €, ma tale progetto è stato abbandonato nell’aprile 2016 e da allora l’amministrazione comunale sta cercando, con molta difficoltà, di seguirne l’iter nei meandri degli assessorati palermitani, le cui porte restano, per Vittoria, quasi sempre chiuse. Il progetto in questione è stato redatto dal genio civile opere marittime di Palermo e lo stesso deve completare la procedura di assoggettabilità alla valutazione di impatto ambientale.

L’amministrazione comunale vittoriese ha chiesto delucidazioni più volte, ma sia i progetti che i soldi restano bloccati e nessuno dice come ci si debba muovere. E’ un problema che mortifica il settore turistico, e che danneggia la piccola pesca. La sabbia va dragata, le imbarcazioni devono essere libere e questi sono tutti problemi che possono essere risolti solo con una interlocuzione seria e costante con Palermo. Va, quindi, sbloccato il progetto del Genio Civile, ma non solo: vanno individuati tutti i bandi che possano permettere di accedere ai fondi a sostegno del comparto.

La nostra città non può più aspettare, ha posto domande che non hanno mai ricevuto riscontro e ogni appello è caduto nel vuoto. I pescatori non possono continuare a lavorare così, ma meritano di essere messi nelle condizioni di muoversi agevolmente a bordo delle loro barche. Non è più tempo di chiacchiere e promesse, adesso basta. Vittoria merita risposte.