Riscatto Biancazzurro in Coppa Italia, Lucenti: “Bisogna essere umili e motivati”

85

Arrivata la vittoria del Santa Croce nel derby di Coppa Italia contro il Marina di Ragusa.

I richiami del mister Lucenti sono sicuramente serviti a far motivare il gruppo che, nonostante la mancanza di condizione, è riuscito ad ottenere la vittoria contro la squadra dei vicini di casa.

Il Santa Croce ha così raggiunto il buon risultato dopo la deludente sconfitta di domenica scorsa. Lucenti aveva chiesto in primis un approccio adeguato alla gara, poi tanto sacrificio e soprattutto tanta motivazione anche da chi è subentrato in un secondo momento dalla panchina (ottima la prova di Ignazio Giarrizzo che in avvio di secondo tempo ha sostituito Mirco Gurrieri).

Oltre alla prova eccellente di Ciccio Leone (sette reti in sei gare ufficiali) si è notata una crescita generale della squadra che sta pian piano smaltendo i forti carchi di lavoro della pesante preparazione atletica. “Siamo in crescita, ma, ancora, ci son da smussare alcune spigolature. – dice Gaetano Lucenti – Non dobbiamo comunque esaltarci quando facciamo delle prove discrete, ma, allo stesso modo dobbiamo evitare di deprimerci quando capita una prestazione indolore. Il nostro credo è il lavoro in allenamento e soprattutto la tanta umiltà che cerco di inculcare ai miei ragazzi che devono ancora imparare tante cose. D’altronde questa è una squadra costruita nuova quasi nella sua totalità e vuole i suoi tempi per raggiungere la giusta affinità. Ancora qualche partita di rodaggio e poi sono sicuro che la squadra darà quelle risposte in campo che tutto l’ambiente si aspetta, naturalmente, se si manterranno quei fattori fondamentali che sono la grande motivazione e la fame di vittoria. Ogni gara che andremo ad affrontare sarà una battaglia, quindi è opportuno avere un giusto approccio e quella cattiveria sportiva che in queste ultime gare si è poco notata. Sono comunque molto fiducioso, ma, le risposte sono convinto devono essere date sul campo e non a parole”.

Domani arriva al “Kennedy” l’ostico Sporting Priolo che ha un organico di tutto rispetto e molte ambizioni di alta classifica. La gara avrà inizio alle ore 15.30 e sarà diretta dal signor Alfonso Aquilina di Agrigento con i signori Falzone e Taibi di Caltanissetta.