Sedicenne picchiato a Marina di Ragusa, ha la mandibola fratturata

16295

Vigliacco, codardo, senza attributi. Se ne potrebbero aggiungere altri di aggettivi per definire l’aggressore di un ragazzo di 16 anni a Marina di Ragusa sabato sera, poco prima delle 23.00. Un altro atto di bullismo, l’ennesimo. Teatro dell’aggressione verbale prima e fisica dopo, è stato il lungomare “vecchio” all’altezza del Faro. E ancora una volta sotto gli occhi di tante persone, che stavolta sono intervenute per bloccare il vigliacco che ha aggredito il ragazzino senza alcun motivo. Il sedicenne, ragusano, era in compagnia di altri due suoi amici e stava passeggiando tranquillamente. Forse uno sguardo non gradito, ma non cercato, ha fatto scattare l’aggressione. In pochi secondi è successo tutto. Per fortuna qualcuno è riuscito ad intervenire in tempo fermando l’aggressione. Il vigliacco però è riuscito a scappare tra la folla del sabato sera. La vittima è un ragazzo per bene, di famiglia per bene. Le forze dell’ordine avrebbero già individuato l’aggressore. A questo punto la collaborazione di chi era presente ed ha visto, risulta fondamentale per fermare chi ha pestato senza alcun motivo, un ragazzino che stava passeggiando tranquillamente con i suoi amici. Carabinieri e polizia sono già in campo per individuare questo codardo. Pare che le forze dell’ordine siano a buon punto con le indagini. E come si dice in gergo, sarebbe questione di poche ore. Un inutile atto di bullismo in un sabato sera in cui il solo pensiero dovrebbe essere quello di divertirsi, non di andare in giro a picchiare ragazzi per bene solo per sentirsi appagati chissà di cosa. Il ragazzo adesso si trova ricoverato in ospedale con la mandibola fratturata e con chiari ed evidenti segni di violenza sul viso. Giovedì sarà sottoposto ad intervento chirurgico per rimediare alla frattura. Il padre: “Ha massacrato mio figlio senza motivo. Chi ha visto ed era presente, aiuti le forze dell’ordine.”