Cammino verso il voto di primavera con Spataro in netto vantaggio

126

La corsa verso il voto amministrativo di Comiso, fa registrare una certa stagnazione nell’area avversa al sindaco, Filippo Spataro. Il quale sarà ricandidato certamente come centrosinistra, sia per avere governato comunque bene Comiso, soprattutto per avere fatto uscire il comune dal dissesto senza far carenza di servizi alla gente e neppure di momenti di ‘evasione’, per avere comunque condotto in modo sobrio la vicenda aeroporto senza errori clamorosi o pesanti scivoloni e, soprattutto, per avere saputo saldare i rapporti con Pippo Digiacomo che, dell’area di centrosinistra a Comiso, resta il numero uno. Gigi Bellassai, l’attuale presidente del consiglio comunale, ha già detto che non è interessato all’immediata successione di Spataro e, dunque, se ne sta da parte senza intralciare o rendere complicato il cammino del sindaco attuale verso la ricandidatura prima e possibile riconferma poi. Per Bellassai, comunque, la presidenza del consiglio comunale del palazzo di pizza Fonte Diana, sembra scontata anche per la prossima legislatura. Nel centrodetsra, invece, acque stagnante. Dante Di Trapani è, forse, l’alternativa su cui sembrano intenzionati a puntare gli attuali oppositori. Almeno che Giorgio Assenza non decida di scendere in campo in prima persona. L’attuale leader della coalizione comisana opposta al sindaco, sarà candidato alle prossime regionali e, verosimilmente, con il movimento diventeràbellissima di Nello Musumeci. Semmai il percorso accidentato verso Sala d’Ercole, dovesse subire per lui un inatteso stop, allora Assenza potrebbe decidere di provare la carta della candidatura a sindaco, dando alla sua coalizione in città, una candidatura credibile e forte. Forse l’unica, di quest’area, capace di creare ostacoli e problemi a Spataro. Troppo debole il resto. Compresi i 5 stelle che stentano. E’ davvero difficile ipotizzare qualcosa di diverso dalla riconferma di Spataro alla guida della città