Troppo “lato B” davanti la Cattedrale di Ragusa

1657


Lo spunto nasce da un garbato articolo pubblicato su ragusaoggi.it, che illustrava i costi della serata del 31 dicembre scorso in Piazza San Giovanni a Ragusa. Al di là della spesa davvero troppo onerosa, l’amministrazione 5 stelle a Ragusa ha sbagliato clamorosamente la location dove far esibire Albertino, uno dei DJ più conosciuti d’Italia. Piazza San Giovanni, si è rivelata piccola ed angusta per il richiamo di Albertino ai festeggiamenti della notte più lunga dell’anno. Tanto che i numerosi festeggianti hanno dovuto assiepare anche il sagrato della chiesa, pur di vedere all’opera il DJ o semplicemente per ballare e vedere ballare le ballerine, seminude. Ma fin qui, potremmo anche chiudere un occhio. La cosa più sconcertante, anche perché prodotto nei pressi di un luogo di culto, è il contorno dei festeggiamenti in musica con “ragazze cubo” con tanto di perizoma e abbigliamento intimo trasgressivo che sinceramente, che ci lascia più di qualche riflessione. Ora, che l’amministrazione 5 Stelle a Ragusa abbia più e più volte manifestato una seria incapacità amministrativa, lo si era abbondantemente intuito per alcune scelte davvero fuori luogo. E di esempi ne potremmo fare tanti. Ma soffermiamoci alla notte di San Silvestro. Le ragazze in perizoma che accompagnavano la performance di Albertino, sarebbero state “gradite” in un contesto più da discoteca, quindi con un pubblico adatto. Invece in Piazza San Giovanni anche i bambini hanno dovuto guardare quello spettacolo e probabilmente anche sotto lo sguardo imbarazzato dei genitori. Il pensiero della nostra redazione non vuole essere distruttivo nei confronti di chi ha (in)giustamente pensato di programmare la festa di fine anno in Piazza San Giovanni. Ci piacerebbe sapere anche il parere della chiesa. I culi (perdonateci il termine) davanti la Cattedrale di Ragusa NO. Che ben vengano momenti di divertimento per i ragusani, ma in luoghi opportuni.