I tanti dubbi del sindaco di Ragusa

654

Settimana natalizia ma tutt’altro che serena al comune di Ragusa. Maurizio Tumino di ‘Insieme’, dopo la bocciatura del bilancio grazie al voto contrario della pentastellata dissidente’, Mariarosa Marabita, ha teso la mano al sindaco, Federico Piccitto ed alla sua claudicante maggioranza. Che avrebbe bisogno come il pane, dei cinque voti dei consiglieri ‘Insieme’. “Se mandi via l’assessore al Bilancio, Stefano Martorana, ti sosteniamo”, ha detto, più o meno, Tumino, su La Sicilia, a Piccitto. Proprio Insieme ha già dato una mano a Piccitto quando determinò l’elezione di Antonio Tringali alla presidenza del consiglio, freddando Giovanni Iacono di Partecipiamo, che si era dimesso e sperava nella sua rielezione. Tringali presidente con Iacono trombato, significò la rottura di Partecipiamo con la maggioranza. Le parole ‘natalizie’ di Tumino verso Piccitto, inducono il Pd a chiedersi perché ‘Insieme’, voglia sostenere un sindaco che i Dem definiscono “senza maggioranza”. “E’ una proposta isolata di Tumino o dell’intero movimento? Forse c’è chi non si sente pronto ad andare al voto e vorrebbe attuare una sorta di appoggio esterno al governo a Cinque Stelle?”. Sono gli interrogativi di una nota firmata da due consiglieri comunali e da altri esponenti cittadini del Pd di Ragusa. Una nota dove il Pd scrive di non condividere “nessuna forma a sostegno di un sindaco che ha provocato un vuoto intorno al governo della città” e dove si dice “pronto al voto” e fa un “appello per il ritorno alle urne”, proponendo a tutte le opposizioni un’unanime mozione di sfiducia contro Piccitto. Che nel frattempo, viene trascinato in polemica da Lab 2.0 di Sonia Migliore. Motivo, è la nomina per sei mesi, rinnovabili, di un nuovo ragioniere: l’assessore al Bilancio di Grammichele, Giuliana Raniolo, del Movimento 5 stelle. Lab 2.0 parla di “farsa”, di come il suo curriculum sia stato giudicato buono adesso mentre fu bocciato mesi fa quando ancora non era assessora pentastellata a Grammichele e chiedendosi se sia stata mandata da Giancarlo Cancelleri, a commissariare proprio Stefano Martorana di cui si vuole sbarazzare Insieme garantendo in cambio sostegno a Piccitto. “E’ una vergogna”, scrive Lab 2.0. E Piccitto replica, scrivendo di “amenità” di Lab 2.0, spiegando perchè Raniolo non venne scelta in passato e accusando Sonia Migliore di non conoscere procedura e norme su questo genere di incarichi, prima di respingere ogni allusione su clientele al comune di Ragusa “insussistente ed immotivata”. “Sono assolutamente orgogliosa, in questo caso, di non conoscere le procedure ma il problema per Piccitto è che io sconosco anche le forme di clientela, campo nel quale loro, invece, sono bravissimi”, la replica di Sonia Migliore