Dissesto, arriva il commissario, il Comune di Pozzallo si rivolge al TAR

448


Il Comune di Pozzallo vive giorni difficili sul piano economico-finanziario. Nelle stanze di palazzo La Pira si respira aria di dissesto dopo che il commissario inviato dalla  Regione  ha richiesto al presidente del consiglio comunale la convocazione della civica assise con all’ordine del giorno le comunicazioni riguardo alla situazione finanziaria dell’ente.  Il sindaco Luigi Ammatuna, tuttavia, vuole giocarsi l’ultima carta per evitare il dissesto dell’ente. E’ stato, infatti, presentato il ricorso al  Tar di Palermo, per contestare la procedura seguita dall’assessorato regionale agli Enti locali nella applicazione della procedura di dissesto. Il sindaco ha sempre sostenuto che Pozzallo nell’ultimo ha realizzato risparmi e tagli tali da giustificare il blocco della procedura di dissesto. Qual è la situazione  finanziaria nel comune pozzallese? L’ente avrebbe una negatività di 30 milioni di euro. Due i piani di  riequilibrio presentati: uno nel 2014 presentato in ritardo alla Corte dei conti e, quindi, non preso in considerazione ed uno presentato nel mese di ottobre scorso del quale non si conosce il destino. C’è tanta  fibrillazione  nella cittadina pozzallese: il default del Comune, per la questione finanziaria, creerebbe non pochi disagi nella comunità locale oltre che una irrigidità nell’operatività dell’ente.