Palazzo ex Ina, avviato percorso per la demolizione

353

Il gruppo “Abbattiamo il mostro-Recuperiamo Piazza San Giovanni” ha tenuto nei giorni scorsi, nella sala Avis di Ragusa, un incontro con i cittadini con l’obiettivo di avviare un percorso sostenibile per la demolizione del Palazzo ex Ina  a Ragusa. Sono state raccolte oltre 3 mila firme per la demolizione del  palazzo. Ad alimentare il dibattito, aperto  dal fondatore  del  gruppo Gianni Digiacomo, è stato l’on. Giorgio Chessari a intervenire su “Palazzo Ina, una storia lunga 50 anni. Subito dopo è toccato all’architetto Giorgio Colosi, già dirigente del settore Urbanistica al Comune di Ragusa, illustrare la progettazione di due interventi pianificati negli ultimi anni, con l’intento di allegerire il prospetto del “mostro”. L’incontro ha evidenziato due importanti verità. “L’unica via percorribile- è stato detto durante l’incontro-,  rimane “la costituzione di un gruppo omogeneo negli intenti che rappresenti una forza politica, intesa in senso numerica, che possa intimare ai governanti la città le scelte più opportune per la vita di noi cittadini e non già quelle di natura politica, così come fino ad oggi avute,  con il solo scopo di averne un ritorno che non sempre è stato politico!!”.  L’architetto Colosi ha raccontato, attraverso la proiezione di immagini, “come era”, “come è” e secondo la sua visione, come “potrebbe diventare” la piazza.  Esprimendo delle perplessità, sull’abbattimento, che lasciando un rilevante spazio vuoto, creerebbe uno squilibrio architettonico, in quanto la Piazza è contenuta da palazzi in stile barocco, per tre lati e dalla Cattedrale per l’altro lato. Quindi andrebbe ricostruito il palazzo originale, consapevole che si tratterebbe di un “falso storico”, ma in ogni caso mille volte meglio del mostro! Al termine dei lavori è stato deciso  di chiedere  un incotro sia con l’ammnistrazione che con la Prefettura