Il recital su Padre Pino Puglisi arriva nel palermitano

1465

I giovani di Azione  Cattolica di Monterosso Almo, guidati dalla regista Angela Amato, sono in partenza per Altavilla Milicia,  nel palermitano, per presentare  un lavoro nato 3 anni fa, omaggio  a Padre Pino Puglisi.

Si tratta del recital ”I ragazzi a Brancaccio lo chiamavano 3P ”.

L’ idea, come spiega la regista nell’ intervista, nasce dall’ affascinante figura di don Pino, ‘padre per picciotti e picciriddi’, usando le parole di un brano del recital.

I ragazzi,  nel corso dei tre anni, hanno messo in scena il recital nel ragusano e domani, 15 Settembre, approdano ad Altavilla Milicia, vicino Palermo.

Un lavoro che rende orgoglioso il parroco di Monterosso, don Marco Diara, un lavoro che ha l’ obiettivo di testimoniare la vita di un sacerdote ucciso dalla mafia, il cui esempio peró, é immortale!

Il 15 Settembre é ricorrenza dell’assassino di don Pino, e non é un caso se proprio in questa data verrà portato in scena lo spettacolo, che si inserisce nelle attività proposte ad Altavilla dopo la Festa della Madonna della Milicia, conclusa l’ 8 Settembre.

I giovani partecipanti al recital sono :  Scollo Alessandra, Cultrera Teresa, Amato Paolo e Lucia Ritrovato nel ruolo di lettori, Scollo Mariagrazia che recita un monologo ‘tutto con la lettera P’, Giaquinta Stefania e Interlandi Mariarosa nel ruolo di giovani allieve di Padre Pino, Lo Nigro Rossana che recita due poesie con tema fraternità e tradimento,  Noto Maria e Scollo Paolo rispettivamente  nei ruoli di giornalista e del testimone di giustizia Giuseppe Carini, Sebastiano Noto nel ruolo di guardia carceriere, Lo Nigro Maria Tita e Roccuzzo Matteo nei ruoli di intervistatrice e dell’assassino di don Puglisi, Salvatore Grigoli.  A concludere Alessia Giaquinta che, recitando un poesia, darà  voce al protagonista del recital : Padre Pino Puglisi.

Il tutto accompagnato e arricchito da numerosi brani suonati dalla band, composta da : Giaquinta Seby, Farina Luca, Scollo Paolo, Messina Gregori e voce di Santoro Giovanni.

Coreografia di Milena Dimartino e Serena Garofalo, danzatrice.

Coro di bambini: Noto Sofia, Pititto Giovanni, Fiore Salvatore e Santoro Emanuela.

Brani e regia : Angela Amato.