Curarsi con il movimento degli occhi per curare il “male di vivere”

1044

Il dottor Santi Benincasa, medico-chirurgo e psicoterapeuta, ha presentato al pubblico monterossano un suo studio in merito all’EMDR ossia la tecnica della desensibilizzazione e rielaborazione attraverso i movimenti degli occhi. 

La monografia, edita dalla casa editrice Almo, si  presenta completa ed essenziale al tempo stesso: i capitoli, chiari e coincisi, forniscono informazioni scientifiche e utilizzano un linguaggio che ne permette la facile comprensione.

Il titolo del testo è “Curarsi con il movimento degli occhi” e la prefazione è a13901805_10209931276028019_1003747323_o cura del prof. Mario Messina, ordinario di chirurgia pediatrica presso l’Università degli studi di Siena.

All’evento di presentazione sono intervenuti l’editore Giuseppe Angelica, l’onorevole Orazio Ragusa, don Giorgio Occhipinti e  don Salvatore Giaquinta. A coordinare la serata è stata Alessia Giaquinta.

L’autore che ha illustrato l’argomento,coadiuvato da proiezioni power point, ha catturato l’attenzione del numeroso pubblico in sala suscitando grande interesse per il tema trattato.

L’approccio terapeutico proposto, nasce nel 1987 grazie alla dottoressa Francine Shapiro la quale nota che i movimenti volontari degli occhi erano in grado di ridurre la forza dei pensieri negativi che disturbano la mente umana.

Numerose testimonianze hanno comprovato l’utilità di questa tecnica che, incentrata sul paziente, permette di ridurre, e addirittura cancellare, i disagi emotivi causati
da un trauma forte.

Il medico Santi Benincasa, tuttavia, ha integrato a questa tecnica immagini e suoni in sequenza, arricchendo così l’efficacia dell’EMDR.

Gli occhi sono lo specchio dell’anima e spesso testimoniano sofferenze  e dolori non facili da sopportare; la medicina ci dice, però, che è possibile partire proprio dagli occhi per curare il “male di vivere”, come dice l’autore, e fare dell’esperienza negativa non un dramma ma un trionfo.20160728_213543